Intervista a Margot Zanni co-founder e Creative Director Dalani

Luxover ha intervistato per voi Margot Zanni, co-founder e Creative Director Dalani.it

margot zanni dalani

Dalani è una realtà che, a differenza di altri player di settore, nasce direttamente nella dimensione digital. Si distingue per un gusto particolare sia per l’impatto visuale che per quanto riguarda i contenuti. Quali sono i segreti di uno storytelling così efficace?

La forza di Dalani.it sta nell’esperienza d’acquisto che contraddistingue il sito e che ci permette di differenziarci rispetto agli altri e-commerce: si tratta di uno shopping “emozionale” basato sulla perfetta commistione fra contenuti e prodotti presentati. Fin dall’inizio con Dalani.it abbiamo voluto creare uno shoppable Magazine, un sito da consultare ogni giorno come una rivista, potendo al contempo comprare, così da poter riprodurre nelle proprie case gli stili, le soluzioni per la decorazione e le idee di arredamento proposte. Seguendo questo approccio, da una parte riusciamo a comunicare al nostro utente come se fossimo un magazine, dall’altra diamo la possibilità di acquistare un prodotto contestualizzandolo.

 

Dalani sceglie con scrupolo le palette di colori che, insieme alla qualità delle foto, ne fanno un tratto distintivo. Quanto tutto ciò ha inciso nel successo delle vendite?

I nostri utenti, che per la maggior parte sono donne (circa il 90% del totale) ci hanno apprezzato da subito per l’eleganza e per l’armonia estetica del sito. Le scelte stilistiche che faccio assieme al mio team dipendono da fattori diversi, sulla base dei quali creiamo un piano editoriale con cui rinnoviamo continuamente il sito. Partendo dai criteri principali dell’eleganza e della coerenza, ogni giorno scegliamo un tema o un “mood” che, come un abito, veste l’homepage di Dalani.it. Oltre ai colori, dal primo momento abbiamo capito che le immagini sono fondamentali per raggiungere un buon risultato grafico e per presentare al meglio i prodotti che vendiamo. Proprio per questo ci siamo dotati di un nostro studio fotografico.

 

Conoscere il cliente è la base di ogni attività commerciale, come è stata affrontata la progettazione dell'esperienza utente di Dalani?

L’esperienza di navigazione del sito è una riproduzione online dello shopping al femminile. Come una donna che gira fra i negozi del centro alla ricerca di qualcosa di specifico o semplicemente per osservare le ultime novità, la nostra utente si collega al sito per scoprire le offerte del giorno e, spinta dalla curiosità e dalle idee presentate, naviga da una selezione all’altra, lasciandosi conquistare da qualcosa a cui non aveva pensato prima. Rispetto ai negozi tradizionali, inoltre, l’e-commerce permette di misurare “in tempo reale” le reazioni degli utenti, così da capire cosa piace, quali sono le cose più ricercate, ma anche di correggere ciò che non viene apprezzato.

 

Questa progettazione ha portato ottimi risultati anche in termini di fidelizzazione, qual è il fattore che influisce sulla fiducia che il cliente rinnova a ogni acquisto?

Gli utenti tornano su Dalani.it perché sanno di trovare sempre delle nuove proposte: la varietà è sicuramente uno dei fattori principali che portano gli iscritti a entrare nel sito ogni giorno. Oltre a questo, giocano senz’altro un ruolo fondamentale fattori come il servizio che offriamo e la qualità dei prodotti, sui quali è possibile usufruire sempre di uno sconto. Per garantire la massima soddisfazione monitoriamo il comportamento degli utenti e ascoltiamo le loro richieste e i feedback. Il nostro obiettivo è verificare il buon esito degli acquisti e la soddisfazione degli utenti, cosa che facciamo con comunicazioni mirate, e-mail informative e operazioni speciali, come piccoli omaggi o eventi, con cui cerchiamo di “coccolare”, ringraziare i nostri utenti più fedeli e offrire un servizio il più possibile vicino alle loro aspettative.

 

Dalani è un chiaro esempio che, quando ci si sa proporre con stile, ci si può posizionare anche nel web dove impera la gara al prezzo più basso su tutti gli aspetti dell’attività. Che prospettive e opportunità vede nel settore dell'ecommerce in Italia?

Il mercato italiano offre ancora tanto spazio d’azione, l’importante è presentarsi con una proposta originale e che vada a soddisfare esigenze che ancora non hanno trovato delle risposte. Puntare sul prezzo a lungo andare non paga, perché si rischia di diventare dei discount dove la qualità pian piano lascia spazio alla quantità e allo sconto più alto.

 

La scelta del tema “pavone” per le feste è insolita e raffinata: la giustapposizione di colori caldi e freddi è la tendenza di stagione?

Dalani natale 2016

Uno dei trend di questa stagione invernale suggerisce l’arredamento colorato in opposizione al grigiore dell’ambiente esterno, che può facilmente portare alla contrapposizione fra colori freddi e caldi. Interpretando questa tendenza, mi sono ispirata alle sfumature del pavone, una soluzione decorativa vivace ed elegante che si presta ad essere interpretata con un pizzico di fantasia, ad esempio aggiungendo il viola e l’oro. Il gioco fra colori caldi e freddi, in questo caso, è centrale: combino fra loro blu, verde smeraldo, oro e porpora, due colori freddi e due nuance molto calde, che si bilanciano bene per un effetto finale davvero originale, adatto alla tavola delle feste, ma anche ad altre occasioni eleganti.

 

Più che intercettare tendenze, Dalani sembra prevedere il futuro: cosa suggerisce la vostra sfera di cristallo?

Uno dei trend che vedremo l’anno prossimo sarà l’indoor garden, l’arredare con le piante anche dentro casa. Fra queste non potrà mancare il cactus, che vedremo tanto come motivo nelle stampe di cuscini, lenzuola e quadri. Inoltre, non avendo bisogno di tanta cura, è perfetto anche per chi non ha il pollice verde. Non bisogna dimenticare, poi, il ruolo di Pantone, che con i suoi colori dell’anno influenza anche il mondo della casa. Noi di Dalani abbiamo iniziato a fare le nostre ipotesi e pensiamo a una tonalità di verde, che riprende il concetto stesso dell’indoor garden. Infine i materiali naturali, assieme ai tocchi etnici, saranno presenti anche nello stile bohemien, che con il suo richiamo all’estetica degli anni Settanta, si diffonderà tanto in Primavera.

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento